Muri a secco per contenimento terrapieno e parapetto

Un'altra case history perfetta per Quba Stone nel settore vitivinicolo. Il muro a secco con gabbioni ricrea gli antichi muri collinari di una cantina nel veronese.

Muri a secco per una cantina vinicola

Il nuovo progetto di una importante cantina nel veronese, ha considerato l’impatto che la nuova struttura poteva avere con l’ambiente collinare circostante. Infatti, tutta la parte della produzione, appassimento uve, fermentazione, barricaia e imbottigliamento è stato costruito nel sotterraneo. Questo per avere sicuramente un controllo migliore delle temperature, ma soprattutto per mitigare il complesso enorme che è stato costruito. La scelta dei Quba Stone sono stati un elemento chiave per integrare l’opera al contesto, difatti il muro costruito doveva ricreare l’effetto dei vecchi muri a secco collinari, denominati “marogne”, mascherando l’edificio in cemento armato come sostegno al terrapieno. La scelta delle gabbie ha permesso di costruire un muro sinuoso che si adattasse alla pendenza della rampa e all’accesso al piano inferiore. L’ultima fila superiore dei gabbioni, sporgendo dal terreno, funge da parapetto alla terrazza panoramica sulla vallata.

expand_less